QUATTRO ANNI. SEMBRANO POCHI, PERÒ . . .

 

Nella forma di Associazione culturale e teatrale senza scopo di lucro, “SUAVITER Costruiamo Futuro” nasce formalmente il 13 marzo 2013, all’interno di un gruppo coeso ed eterogeneo di persone afferenti a diversi settori di attività: persone creative, professionisti, donne e uomini dotati di talento artistico, artigiani generosi,  appassionati e desiderosi di accrescere la propria cultura e le proprie conoscenze, tutti abili all’aggregazione e alla realizzazione di progetti innovativi mirati alla ricerca di spazi di miglioramento,  di espressione e creatività all’interno del  tessuto sociale locale.

Ad un nome di fantasia ne abbiamo preferito uno che rispecchiasse il nostro modo di essere da una parte e il nostro obiettivo/invito dall’altra.  Infatti, mentre SUAVITER (piacevolmente) descrive benissimo la piacevolezza con la quale facciamo un’attività che ci piace, la seconda  parte del nostro nome, certamente più impegnativa e ambiziosa, rappresenta sia il nostro obiettivo sia un invito: siamo infatti convinti che per sperare in un futuro migliore, dobbiamo curare, ascoltare e dare spazio, oggi, agli uomini e alle donne di domani. Solo così potremo coltivare speranza e costruire futuro. Bisogna partire dai giovanissimi, dunque, ed è per questo che la nostra Associazione prevede anche soci minorenni e non è un caso che, fino ad oggi, una parte delle nostre attività ha visto la partecipazione di bambini e ragazzi. Quindi, “Costruiamo Futuro” va interpretato per quello che vuole veramente essere: un invito. Un invito a tutti coloro che hanno voglia di rimboccarsi le maniche e contribuire a costruire un domani migliore, semplicemente e ...    piacevolmente, SUAVITER appunto !!!

Le attività finoggi effettuate si sono dispiegate lungo otto aree tematiche: il teatro, la scienza, la filosofia, la letteratura, la storia, la psicologia, l’alimentazione, la salute e il benessere, aventi tutti un denominatore comune: l’attenzione alla persona e alla famiglia.

L’individuo, dunque, come perno della vita sociale, e la famiglia come “luogo di costruzione” di un diverso e migliore ambiente, culturale e sociale, in cui vivere e far crescere anche i nostri figli: il futuro.

In quattro anni di attività abbiamo realizzato un totale di 86 eventi. Eventi che sono stati sempre confortati dalla presenza di un pubblico che ci ha seguito, e non solo per l’attività teatrale, non facendoci mai mancare l’indispensabile appoggio ed incoraggiamento. Un pubblico che non ringrazieremo mai abbastanza.

La nostra attività prevalente è il teatro, perché noi crediamo fermamente nell’alta valenza formativa dell’esperienza teatrale ritenendola uno strumento utile per contribuire a costruire una società che sempre più si basi sull’accoglienza, la condivisione e la tolleranza.    

L’attività teatrale conta ad oggi 15 commedie rappresentate per un totale di 34 spettacoli, quasi tutte appartenenti al genere brillante nonché 52 seminari: 14 di filosofia, 4 di psicologia, 4 di storia, 2 di letteratura, 16 di divulgazione scientifica, 2 sull’alimentazione e la dieta mediterranea, 4 nell’ambito di un minicorso per sommelier dell’olio d’oliva, 6 di fotografia per principianti.

Di particolare rilievo, il progetto di “Lettura creativa” denominato  “L’universo delle emozioni”, realizzato nelle classi seconde della scuola elementare di Bracciano.

Un percorso che si è sviluppato attraverso un dialogo corporeo nel quale i bambini hanno utilizzato il simbolismo del movimento,  il ritmo, la relazione con gli altri come strumenti di conoscenza a livello corporeo, emotivo e cognitivo-simbolico. Attraverso il movimento hanno conosciuto meglio se stessi  e gli altri, si sono emozionati ed espressi.

Nei prossimi tre mesi sono in programma tre seminari di letteratura e la rappresentazione di una commedia brillante di Ray Cooney, la molto ben conosciuta “Funny money”, che andrà in scena al teatro “Maurizio Fiorani” di Canale Monterano (RM) il 22 aprile 2017. Il 25 maggio, invece, al Teatro “Ettore Petrolini” di Roma sarà messa nuovamente in scena “Pensaci Giacomino” di Luigi Pirandello mentre nei giorni a seguire, nell’ambito della Rassegna “Corto circuiti teatrali”, organizzata da CON.TE.A. (Consorzio del Teatro Amatoriale) verrà rappresentato il corto “Sorridi” di Massimo Valori.

La costituzione di CON.TE.A., che vede SUAVITER tra i soci fondatori e componente del Consiglio Direttivo, sta molto a cuore alla nostra Associazione.

CON.TE.A., infatti, si è rivelata essere quello spazio di riflessione e confronto che, una volta costituito, è stato subito occupato da molte Compagnie che sentivano evidente il bisogno di aggregarsi, non solo per discutere e condividere, ma anche per costituire un’entità che, pur parlando ad una voce sola, fosse in grado di rappresentare tutto un settore nel quale operano, per passione pura e nient’altro, circa ventimila persone, solo nella nostra Regione.

Un’adesione “importante”, niente affatto scontata, che si è manifestata in virtù della solida concretezza del progetto che, anche grazie al contributo di molte Compagnie cui nel tempo è stato sottoposto, è andato sempre più arricchendosi fino a diventare fortemente rappresentativo della realtà che si proponeva di descrivere.

Pertanto, non stupisce se molte Compagnie amatoriali del Lazio non hanno indugiato ad aderire ad un progetto che dichiara espressamente di voler creare aggregazione, condivisione, voglia di “fare rete”, per potere esprimere esigenze e formulare richieste alle Istituzioni pertinenti affinché possa essere ascoltata anche la voce di migliaia di persone che, con vera passione, senza scopi di lucro, quotidianamente si spendono e si mettono in gioco esprimendo, anche più spesso di quanto si potrebbe credere, un livello artistico-culturale che non ha moltissimo da invidiare a quello dei professionisti.

L’obiettivo / sogno di CON.TE.A. è quello della realizzazione della “Casa del teatro amatoriale” che speriamo quanto prima possa ospitare la prima stagione teatrale completamente approntata a cura delle Compagnie amatoriali della nostra Regione.

È questo per SUAVITER un obiettivo che si sovrappone e coincide perfettamente con lo spirito e la lettera del proprio Statuto e che sta alla base dei valori condivisi da tutti i propri componenti. L’Unione fa il Teatro.

Buon Compleanno SUAVITER  e . . .

Buon teatro a tutti

 

Stefano La Malfa

Funny money

LOCANDINA fUNNY MONEYSabato 22 aprile 2017 ore 21,00 

Teatro “Maurizio Fiorani”  -  Canale Monterano

Funny money (commedia brillante in due atti)

di Ray Cooney

"Funny Money" è una delle commedie di maggior successo di Ray Cooney. La commedia è stata messa in scena in ben 25 Paesi, prova evidente della sua comprensione universale. Funny Money attraversa tutti i climi e gli stili comici della scrittura umoristica: inizia come una commedia brillante, si avvicina poi a situazioni surreali da vaudeville francese per sconfinare nella farsa inglese mescolando varietà e circo in un ritmo frenetico che divertirà e lascerà senza fiato gli spettatori.

La poesia come pura espressione dell'anima

Arriviamo al terzo dei sei appuntamenti con la Prof.ssa Monica Mani. Sei incontri sulla poesia italiana.

Come al solito, anche questo incontro sarà corredato da fotocopie con i testi delle poesie in esame, da consegnare ai presenti. Sul testo, oltre all’analisi testuale, sarà svolto un dibattito sulla interpretazione personale che ognuno vorrà fare, a riprova della universalità del testo poetico.

L'argomento dell'incontro sarà: Passioni e tormenti nella poesia dell’ Ottocento (Foscolo e Leopardi).

Ovviamente, sarà rispettata la dolce consuetudine dei dolcetto con il tè.

Vi aspettiamo sabato 25 marzo alle ore 17,00 nell'Aula Magna del LIceo "I. Vian" di Bracciano.

.

leggi tutto