Curriculum Vitæ

Scritto da Super User

 

Associazione CULTURALE E TEATRALE “SUAVITER Costruiamo Futuro”

 

Nella forma di Associazione culturale senza scopo di lucro, “SUAVITER Costruiamo Futuro” nasce nel 2013, all’interno di un gruppo coeso ed eterogeneo di persone afferenti a diversi settori di attività, persone creative, professionisti, donne e uomini dotati di talento artistico, artigiani generosi,  appassionati e desiderosi di accrescere la propria cultura e le proprie conoscenze, tutti abili all’aggregazione e alla realizzazione di progetti innovativi mirati alla ricerca di spazi di miglioramento,  di espressione e creatività all’interno del  tessuto sociale locale.

Ad un nome di fantasia ne abbiamo preferito uno che rispecchiasse il nostro modo di essere da una parte e il nostro obiettivo/invito dall’altra.  Infatti, mentre SUAVITER (piacevolmente) descrive benissimo la piacevolezza con la quale facciamo un’attività che ci piace, la seconda  parte del nostro nome, certamente più impegnativa e ambiziosa, rappresenta sia il nostro obiettivo sia un invito: siamo infatti convinti che per sperare in un futuro migliore, dobbiamo curare, ascoltare e dare spazio, oggi, agli uomini e alle donne di domani. Solo così potremo coltivare speranza e costruire futuro. Bisogna partire dai giovanissimi, dunque, ed è per questo che la nostra associazione prevede anche soci minorenni e non è un caso che, fino ad oggi, una buona parte dei nostri lavori è stata interpretata da bambini e ragazzi. Quindi, “Costruiamo Futuro” va interpretato per quello che vuole veramente essere: un invito. Un invito a tutti coloro che hanno voglia di rimboccarsi le maniche e contribuire a costruire un domani migliore, semplicemente e ...    piacevolmente, SUAVITER appunto !!!

Le attività finoggi effettuate si sono dispiegate lungo sette aree tematiche: il teatro, l’arte, la scienza, la filosofia, la psicologia, l’alimentazione, la salute e il benessere, aventi tutti un denominatore comune: l’attenzione alla persona e alla famiglia.

 

L’individuo, dunque, come perno della vita sociale, come “luogo di costruzione” di un diverso e migliore ambiente, culturale e sociale, in cui vivere e far crescere anche i nostri figli: il futuro.

In quasi tre anni e mezzo di attività abbiamo realizzato un totale di 76 eventi.

 

La nostra attività prevalente è il teatro, perché noi crediamo fermamente nell’alta valenza formativa dell’esperienza teatrale ritenendola uno strumento utile per contribuire a costruire una società che sempre più si basi sull’accoglienza, la condivisione e la tolleranza.    L’al

L’attività teatrale conta ad oggi 14 commedie rappresentate per un totale di 32 spettacoli, quasi tutte appartenenti al genere brillante.

Inoltre, sono stati tenuti 14 seminari di filosofia, 4 seminari di psicologia, 14 seminari di divulgazione scientifica, 2 seminari sull’alimentazione e la dieta mediterranea, 4 seminari sull’alimentazione (minicorso per sommelier dell’olio d’oliva), 6 seminari di un corso di fotografia per principianti.

Con riferimento all’attività prevalente, il teatro, sono riportati di seguito l’elenco degli spettacoli messi in scena nonché le schede descrittive di alcune delle opere rappresentate.

 

Spettacoli

 

30/4/2016

Aula Magna Liceo “I. Vian” Bracciano (RM)

“Pensaci  Giacomino”

tre atti di Luigi Pirandello

8/4/2016

Teatro “Cassia”  Roma

“Pensaci  Giacomino”

tre atti di Luigi Pirandello

12-13/3/2016

Teatro “Maurizio Fiorani” Canale Monterano (RM)

“Rumors”

due atti di Neil Simon

13/12/2015

Teatro “Aldo Fabrizi”  Morlupo (RM)

“Pensaci  Giacomino”

tre atti di Luigi Pirandello

11/12/2015

Teatro “Claudio”

Tolfa (RM)

“Pensaci  Giacomino”

tre atti di Luigi Pirandello

21-22/11/2015

Teatro “Maurizio Fiorani” Canale Monterano (RM)

“Pensaci  Giacomino”

tre atti di Luigi Pirandello

3/10/2015

Sala Happy Days 

Bracciano (RM)

“I sette Re di Roma”

atto unico di Carla Battistini

11/9/2015

“Festa del Volontariato” Auditorium Bracciano (RM)

“La cena dei cretini”

due atti  di Francis Veber

8/8/2015

“Viva Sporting” 

 Bracciano (RM)

“La cena dei cretini”

due atti  di Francis Veber

19/4/2015

Teatro “Aldo Fabrizi”  Morlupo (RM)

“La cena dei cretini”

due atti  di Francis Veber

21/3/2015

Teatro “Maurizio Fiorani”  Canale Monterano (RM)

“La cena dei cretini”

due atti  di Francis Veber

28/2/2015

Teatro “Maurizio Fiorani”  Canale Monterano (RM)

“Il matrimonio perfetto”

due atti di Robin Hawdon

26/9/2014

Teatro “Maurizio Fiorani”  Canale Monterano (RM)

“Non tutti i ladri vengono per nuocere” atto unico di Dario Fo

26/9/2014

Teatro “Maurizio Fiorani” Canale Monterano (RM)

“Mia moglie è una santa”

due atti  di Alessio Angelucci

6/9/2014

“Festa del Volontariato”  Bracciano (RM)

“La purga di  Bebé”

atto unico di Georges Feydeau

2/8/2014

Viva Sporting – Bracciano (RM)

“La povera mamma”

atto unico di Georges Feydeau

8/6/2014

Cross Roads Live Club  Osteria Nuova (RM)

“C’era una volta l’amore”

due atti di Carla Battistini

18/5/2014

Auditorium Bracciano (RM)

“Una domanda di matrimonio” atto unico  di Anton Cechov

3/5/2014

Auditorium Bracciano (RM)

“Il letto ovale”

due atti  di Ray Cooney e John Chapman

26/4/2014

Teatro “Maurizio Fiorani” Canale Monterano (RM)

“La purga di Bebè”

atto  unico di Georges Feydeau

1/2/2014

Teatro “Maurizio Fiorani”    Canale Monterano (RM)

“Il letto ovale”

due atti  di Ray Cooney e John Chapman

8/9/2013

Parrocchia “Santa Maria Madre della Chiesa”    Bracciano (RM)

 "La purga di Bebé”

atto unico di Georges Feydeau 

31/8/2013    

“Viva Sporting”

Bracciano (RM)

 "La purga di Bebé”

atto unico di Georges Feydeau“

25/7/2013    

“Parco Pubblico”

Bassano Romano (VT)

"Mia moglie è una santa"

due atti di Alessio Angelucci

20/7/2013    

“Viva Sporting” 

 Bracciano (RM)

"Mia moglie è una santa"

due atti di Alessio Angelucci

14/7/2013    

Parrocchia “Santa Maria Madre della Chiesa”  Bracciano (RM)

"Due dozzine di rose scarlatte" due atti di Aldo De Benedetti 

23/6/2013   

Oratorio Parrocchiale ANSPI “S. Luigi Gonzaga” Corchiano (VT)

"Mia moglie è una santa"

due atti di Alessio Angelucci

20/6/2013   

Oratorio Parrocchiale ANSPI “S. Luigi Gonzaga”

Corchiano (VT)

"Due dozzine di rose scarlatte" due atti di Aldo De Benedetti 

7/6/2013     

Parrocchia “Santa Maria Madre della Chiesa”  Bracciano (RM)

 “Venti di pace”

Commedia musicale per bambini

11/5/2013  

Teatro “Maurizio Fiorani” Canale Monterano (RM) 

 "Due dozzine di rose scarlatte" due atti di Aldo De Benedetti   

 

 

In preparazione:

 

“Angeli con la pistola” di Frank Capra, libero adattamento in due atti che sarà messa in scena il 17 e 18 dicembre 2016 al Teatro “Maurizio Fiorani” di Canale Monterano (RM)

 

Giovedì 20 giugno 2013 ore 21,00

presso Oratorio Parrocchiale  ANSPI “S. Luigi Gonzaga” in  Corchiano (VT)

Info: 3200387895  -  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  -  http://suaviter.eu

Giovedì 20 giugno 2013 ore 21,00

presso Oratorio Parrocchiale  ANSPI “S. Luigi Gonzaga” in  Corchiano (VT)

Info: 3200387895  -  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  -  http://suaviter.eu

Il letto ovale

di Ray Cooney e John Chapman

 

Una commedia brillante, quasi frenetica, traboccante di spunti comici, divertentissima! 

Philip, editore di scarso successo, si ritroverà a dover gestire in casa sua un 
venerdì sera "piccante" e movimentato! Al colmo della confusione getterà la sua 
affascinante moglie, Joanna, tra le braccia dell'"eccentrico" arredatore Alistair, mentre tenterà di concludere l'affare editoriale "più grosso della sua vita"!.. e come se non bastasse il suo socio Henry e la moglie Linda gli 
organizzeranno in casa appuntamenti a "luci rosse"... a complicare il tutto arriverà, del tutto inaspettata, l’"originalissima" Miss Smythe,  scrittrice di grande successo in cerca di un nuovo editore! Un delirio di equivoci, doppi sensi e scene comiche per una pur sempre garbata commedia in due atti ... da godere e da vedere!!

 

Regia di Stefano La Malfa

INTERPRETI

Orsola D'Acunto, Cristina Fiorani, Elena Galli, Patrizia Mauro, Otello Paoloni, Gianni Ricciotti, Stefano La Malfa, Martina La Malfa, Valerio La Malfa.

Scenografia: Carla Battistini                                         Fotografia: Tiziano Pignatelli
Effetti sonori e musiche: Valentina Pasquali                   Computergrafica: Nicola Presta
Costumi: Anna Maria Salvati                                        Riprese video: Marco Mazzù

  

La purga di Bebè

di Georges Feydeau

 

Un’esilarante serie di battibecchi tra Bastiano e Giulia Follavoine. Serioso uomo d’affari, produttore di vasi da notte, lui e mamma apprensiva, donna “trascuratissima” con la vocazione della massaia, lei. Il pretesto è il piccolo e dispettoso Bebè, che non si vuole proprio purgare! Il tutto succede con beffarda puntualità nel giorno in cui Bastiano è in fibrillazione nell’attesa della visita dell’influente Sig. Chouilloux che gli potrebbe consentire la più grossa fornitura di vasi da notte di tutta la sua vita!!.. Così, tutti coinvolti: Bastiano, Giulia, Bebè, Chouilloux e… sua moglie, che arriva accompagnata dall’amante!! Un susseguirsi di battibecchi e colpi di scena che consentono spensierate …ma “raffinate”… RISATE!!!

REGIA di Stefano La Malfa

INTERPRETI: Floriana Campolo, Orsola D'Acunto, Stefano La Malfa, Valerio La Malfa, Gianni Ricciotti, Anna Maria Salvati e la piccola Lucia Sarro

 

Scenografia: Carla Battistini                                         Fotografia: Tiziano Pignatelli
Effetti sonori e musiche: Valentina Pasquali                   Computergrafica: Nicola Presta
Costumi: Anna Maria Salvati                                        Riprese video: Marco Mazzù

 

 

La povera mamma

di Georges Feydeau


Rientrato a casa alle quattro del mattino dopo essere stato a un ballo in maschera, Lucièn viene affrontato dalla gelosissima moglie Yvonne.

Le cose peggiorano quando l’uomo, nel tentativo di difendersi, fa un paragone tra i seni di una modella presente al ballo e quelli della moglie. Questa, furiosa, sveglia la cameriera per chiederle un parere.

Nel pieno del litigio tra i due coniugi si presenta un uomo che sostiene di essere il nuovo domestico della madre della signora, venuto a informarli della sua morte. La figlia sconvolta cerca di ricordare i bei momenti, mentre il genero segretamente gioisce.

Si scoprirà infine, con enorme delusione del genero, che in realtà a essere morta è la madre della vicina di casa.  

 REGIA di Stefano La Malfa

INTERPRETI: Martina La Malfa, Simone Tentoni, Federico Gatti, Giorgia D’Egidio

 

Scenografia: Carla Battistini                                         Fotografia: Tiziano Pignatelli
Effetti sonori e musiche: Valentina Pasquali                   Computergrafica: Nicola Presta
Costumi: Anna Maria Salvati                                        Riprese video: Marco Mazzù

 

Mia moglie è una santa

di Alessio Angelucci

 

Commedia brillante, in due atti, incentrata su una storia semplice che racconta di come tre amici, per rompere la monotonia della vita quotidiana, cercano di dare nuova linfa ai propri rapporti amorosi decidendo di organizzare uno scambio di coppie!!

Tutto sembra essere programmato alla perfezione da Eduardo e i suoi amici, ma … irrompono in scena una suora e un Monsignore chiamati da Elisa, la moglie di Eduardo, che, per lavarsi la coscienza del suo tradimento, decide di fare dono alla curia di un appartamentino di sua proprietà!!... Così ecco che si ritrovano nello stesso salotto i tre amici, la moglie, il suo amante, l’amica suora, il Monsignore e… una prostituta! Un turbinio di eventi esilaranti e di comici equivoci che suscitano una marea di risate.

 

Regia di Stefano La Malfa

INTERPRETI

Stefano  La Malfa, Orsola D’Acunto, Otello  Paoloni,  Angelo Correnti, Valerio La Malfa, Alfredo Onelli, Elena  Galli, Annamaria  Salvati

 

Scenografia: Carla Battistini                                          Fotografia: Tiziano Pignatelli
Effetti sonori e musiche: Valentina Pasquali                    Computergrafica: Nicola Presta
Costumi: Anna Maria Salvati                                         Riprese video: Marco Mazzù

 

Due dozzine di rose scarlatte

di Aldo De Benedetti

 

Commedia brillante in due atti.

Un grande mazzo di rose rosse, consegnato per errore, costituisce un tale elemento di novità e di evasione dalla quotidianità al punto da indurre la protagonista a rinunciare ad un viaggio già programmato.

La vicenda si svolge attraverso un sottile ed intrigante gioco psicologico iniziato dal partner, un gioco di cui lo stesso pagherà le conseguenze.

E così mentre lui continua ad inviarle omaggi floreali per vedere fino a che punto può giungere la sua vanità e la sua infatuazione, lei si innamora ogni giorno di più di quell’ammiratore misterioso. La crisi della coppia viene infine risolta dall’amico di famiglia che “per amore” si sacrifica prendendo su di sé ogni colpa e favorendo così il rinsaldarsi del legame della coppia.

 

Regia di Stefano La Malfa

INTERPRETI

Alex Lant, Martina  La Malfa, Federico  Gatti, Agnese  Bonato, Simona  Scullari

 

Scenografia: Carla Battistini                                          Fotografia: Tiziano Pignatelli
Effetti sonori e musiche: Nicola Presta                           Computergrafica: Nicola Presta
Costumi: Anna Maria Salvati                                         Riprese video: Marco Mazzù

 

Una domanda di matrimonio

di Anton Cechov

 

Fra ruggini antiche di buon vicinato, e comici squarci di vita campestre, si assiste al ruvido approccio fra due rampolli di buona famiglia in cui i battibecchi si alternano a riappacificazioni preludendo a quello che sarà la futura vita matrimoniale. Tutto il testo è basato su un equivoco. Partendo da una piccola disputa sulla proprietà di un prato o da un diverbio sulle capacità dei propri cani, i due continueranno a scambiarsi invettive in un crescendo di battibecchi comici dallo scoppiettante finale. Ridicole figure dai contorni borghesi, esseri puerili, prigionieri di ambizioni futili, capaci tutt'al più di piccole rivelazioni, svenimenti e capricciose pulsioni.

Un atto unico sorprendente per l’ironia, l’arguzia nel dipingere i personaggi, gli spunti comici che consentono via via un alternarsi di benevoli sorrisi e ilarità.

 

Regia di Stefano La Malfa

INTERPRETI

Giuseppe Pagano, Martina La Malfa, Simone Tentoni, Simona  Scullari

 

Scenografia: Carla Battistini                                          Fotografia: Tiziano Pignatelli
Effetti sonori e musiche: Valentina Pasquali                    Computergrafica: Nicola Presta
Costumi: Anna Maria Salvati                                         Riprese video: Marco Mazzù

 

C’era una volta l’amore

di Carla Battistini

   

In una Roma moderna  il sogno, evocato da una ragazza che ama profondamente la sua città, prende vita  con le musiche,  le atmosfere ed i personaggi di ieri e di oggi.   

Due coppie di innamorati, Checco e Nina,  nella Roma di metà ’800,  e Francesco e Anna, nella Roma  attuale, vivono due storie parallele tra momenti di gioia e momenti difficili, vittime di qualche ingiustizia, ma salvati dall’amore e dal trionfo della verità. Arriveranno  così insieme ad un finale a sorpresa che ci dimostrerà  come l’amore non cambia mai, indipendentemente dal tempo in cui si vive. Le bellissime canzoni che commentano la storia, eseguite dal vivo e cantate dagli attori stessi, sono tratte dal repertorio romano antico e moderno  ed  accompagnate da coreografie interpretate dagli stessi protagonisti.

Una “poesia” dedicata a Roma ed all’amore, suggellata nel  finale da una canzone inedita da cantare insieme.

 

Regia di Stefano La Malfa

 

Coreografie               di Monica Marano                      Arrangiamento musicale

e corpo di ballo                                                           di Andrea Stocchino

Light designer           Gianni Lucrezio

 

INTERPRETI

Alex Lant, Martina La Malfa, Federico Gatti, Diana Andrei, Orsola D’Acunto, Carla Battistini, Angelo Correnti, Andrea Stocchino, Matteo Amorusi, Alfredo Onelli

 

Scenografia e Fotografia: Tiziano Pignatelli                      Computergrafica: Nicola Presta
Costumi: Anna Maria Salvati                                           Riprese video: Marco Mazzù

 

Musiche eseguite da: Matteo Amorusi, Nicolò Baldini, Alessandra Bradde, Pietro Centofanti, Jacopo Maestri, Samuele Maestri

 

Pensaci, Giacomino !

di Luigi Pirandello

 

Un classico, ma attuale, disseminato di ironia, persino quasi brutale sia nel presentarci l’incapacità dello stato di sostenere, incentivare e far evolvere l’individuo, sia nel mostrarci i paradossi esistenziali dell’individuo stesso. Qui Pirandello “smaschera le maschere”.

Tre atti, uno spaccato di vita che vede protagonisti un “consumato” professore – in Pirandello sono molti i ritratti di questa categoria sociale detentrice della cultura, ma costretta a lottare per sbarcare il lunario – e due innamorati travolti dal moralismo e dall’ipocrisia, tutti immersi nel perbenismo di facciata della realtà in cui vivono, dominata dal conformismo e dalla volontà di apparire.

Tutto il dramma è una discussione, assai vivace, contro le convenzioni, le apparenze, la malignità della gente, che giudica senza sapere quale sia il vero significato di ciò che pretende di giudicare.

L’ironia, un sorriso amaro, un ritmo sostenuto fanno di questa commedia “un lavoro audacissimo”, come scrive Pirandello stesso al figlio. Per lo spettatore, “Pensaci Giacomino” è un compendio della letteratura e del teatro del nostro autore. Qui l’arte assume il ruolo di rappresentare la realtà nel suo caos, nella sua irrazionalità, senza veli e senza presunzioni di oggettività e, il teatro, è il luogo ideale dello scontro tra vita e forma.

 

     Personaggi ed Interpreti

 

 

  

   Professor Agostino Toti       S. La Malfa                         Costumi               A.M. Salvati

   Cinquemani (bidello)          L. Medugno                         Scenografia          C. Battistini

   Marianna (sua moglie)       O. D’Acunto                         Fotografia            A. Palermo

   Lillina (la loro figlia)           M. La Malfa                         Comunicazione     M. Ciferri

   Cavalier Diana (direttore)   G. Pagano                           Effetti sonori        V. Pasquali 

   Monsignor Landolina          G. Ricciotti                          Riprese video       M. Mazzù

   Giacomino Delisi                S. Tentoni

   Nené (la bambina)             D. Donati

   Rosaria Delisi                    C. Fiorani

   Rosa (serva casa Toti)        R. Campolo

   Mena (serva casa Delisi)     F. Doria

Categoria: